• Dott.ssa Valentina Bartolomei

MESTRUAZIONI E FALSI MITI


Il mese scorso abbiamo pubblicato un articolo nel quale la dott.ssa Giulia Marchesi spiegava in maniera semplice è approfondita il ciclo mestruale. L’articolo di oggi sarà quindi dedicato a sfatare una serie di falsi miti, più o meno divertenti, sulle mestruazioni.

Le mestruazioni sono ancora un tabù, un qualcosa di privato di cui si parla poco. Qualcuno fa anche fatica a chiamarle con il loro nome e spuntano come funghi appellativi tipo ‘il Marchese’, ‘le mie cose’ o ‘i giorni della rugiada’. Sono molte le attività che, secondo la cultura popolare, non possono svolgere le donne durante il mestruo, ma si tratta per lo più di proibizioni prive di fondamento.

Vediamo quali sono i principali miti da sfatare sull'argomento

1. NON SI PUÒ FARE IL BAGNO O LAVARSI I CAPELLI

Assolutamente no!! Il fatto di lavarsi i capelli non ha alcuna influenza sul ciclo mestruale e neanche il contatto con l’acqua in generale.

La credenza legata al fatto che non ci può fare il bagno origina dalla convinzione che il contatto con l’acqua blocchi temporaneamente il ciclo mestruale. Questo non è vero, il flusso può rallentare ma si tratta di un evento temporaneo. Al contrario invece un flusso mestruale doloroso può essere mitigato da un bagno caldo perché aiuta a rilassare la muscolatura addominale.

Senza contare che l’igiene personale è fondamentale durante le mestruazioni. Se la persona se la sente, nulla vieta inoltre di fare un bagno in mare o una nuotata in piscina.

2. NON SI POSSONO AVERE RAPPORTI SESSUALI

Non è vero, non esiste nessuna controindicazione medica al riguardo. Molte donne non amano avere rapporti durante il ciclo per differenti motivi, ad esempio possono esservi crampi molto forti che indispongono oppure ci si può vergognare. Altre, al contrario, hanno un maggior desiderio per via dei cambiamenti cambiamenti ormonali.

La scelta di avere o meno rapporti sessuali in questo periodo è totalmente soggettiva, ma qualora si decida di averne è bene ricordare di rimuovere eventuali assorbenti interni per evitare il rischio di problemi di salute anche gravi come nel caso dello shock tossico. Diverso è il discorso se si usa la coppetta mestruale, alcune in silicone infatti possono essere utilizzate durante il rapporto sessuale.

Un ulteriore accorgimento può essere quello di evitare posizioni che permettano penetrazioni profonde ma semplicemente per il fatto che durante le mestruazioni c’è un abbassamento della cervice e quindi certi tipi di penetrazione possono provocare dolore. Nel caso in cui l’unico deterrente sia la paura di sporcare materasso e lenzuola una buona soluzione può essere l’uso della posizione del missionario che diminuisce il rischio.

3. NON SI PUÒ FARE SPORT

È falso, la Lines infatti ci ha già mostrato come con il giusto assorbente (rigorosamente alato) si possa fare persino la ruota ad un provino.

Anche la scelta di fare sport è soggettiva :alcune donne durante le mestruazioni si sentono fiacche e doloranti mentre altre si sentono più energiche. L’assenza di forze può essere dovuta ad un calo della concentrazione di ferro nel sangue ma non vi è alcuna controindicazione reale nel praticare sport. Contrariamente al senso comune fare sport può alleviare la tensione addominale diminuendo eventuali crampi mestruali, inoltre se non ci si sente a proprio agio con l'assorbente esterno può essere più pratico indossare un tampone o la coppetta mestruale.

4. SI DIVENTA ISTERICHE

Quante volte abbiamo sentito definire un'altra donna ‘mestruata’ solamente perché aveva mostrato nervosismo nei confronti di una data situazione o persona? A me purtroppo è capitato spesso ed è una cosa fastidiosa in quanto trasmette un’immagine di donna in balia degli eventi e fondamentalmente instabile a livello emotivo.

Questa è una credenza più generica, il comportamento femminile dipende sempre da qualcosa. Se è ci si innervosisce per il comportamento di una persona o per una situazione sgradevole o si ha il ciclo o non si fa sesso da un po’. La realtà è che probabilmente si è allergici ai/alle cretini/e.

sindrome premestruale disturbo disforico premestruale . La sindrome premestruale colpisce una buona percentuale di donne ed in alcuni casi rari (5% circa) può dar luogo ad un vero e proprio disturbo dettonon sono ancora chiare totalmente: al di là dei fattori ormonali, entrano in gioco infatti anche l’ereditarietà ed eventuali carenze come ad esempio nel caso del magnesio o della serotonina. I sintomi di questo disturbo compaiono circa 7-10 giorni prima della mestruale e comprendono: irritabilità, ansia, agitazione, collera, insonnia, difficoltà di concentrazione, sonnolenza, depressione e grave astenia. Possono comparire anche aumento di peso (legato alla ritenzione idrica), tensioni pelviche, problemi alla pelle, nausea, vomito, stipsi o variazioni del comportamento alimentare.Al di là di ciò, è necessaria una specifica: durante l’intero ciclo mestruale (quindi tutti i 28 giorni) la donna è soggetta a numerose variazioni fisiologiche e questo può influire anche sull'umore dando luogo a quella che viene definita . Le cause di tali disturbi

Per poter parlare però di sindrome premestruale o disturbo disforico premestruale è necessario approfondire la questione in maniera sistematica con uno specialista annotando quotidianamente per almeno 2 cicli eventuali sintomatologie.

5. SE SI E' VERGINI NON SI PUÒ' USARE L'ASSORBENTE INTERNO

No, spesso c'è il timore di non riuscire ad inserire i tamponi vaginali ma a credenza errata. L'imene infatti chiude solo parzialmente la vagina per cui l'assorbente si può inserire tranquillamente senza sentire dolore.

6. SE FACCIO SESSO DURANTE LE MESTRUAZIONI NON RIMANGO INCINTA

C’è chi dice che non si può e chi invece considera le mestruazioni un anticoncezionale naturale, ma anche questo è falso!

La fecondazione può avvenire. Il rischio di avere brutte sorprese quindi c’è eccome, gli spermatozoi infatti possono sopravvivere fino ad una settimana nell'utero e, nel caso in cui in questo lasso di tempo la donna ovuli.

7. I CICLI MESTRUALI POSSONO SINCRONIZZARSI

È noto che tra gli animali c’è un’intensa influenza reciproca attraverso i feromoni ma ad oggi non sembrerebbe esistere un meccanismo biologico alla base della sincronizzazione. Questa idea nasce da uno studio condotto dalla psicologa Martha McClintock (spesso infatti la sincronizzazione è anche detta effetto McClintock) su un gruppo di 135 volontarie ma lo studio presenta notevoli limiti e al momento non esistono evidenze empiriche che supportino lo studio condotto.

Ultimo ma non meno importante:

8.NON SI POSSONO TOCCARE PIANTE E FIORI

Questa è stupenda, sembra che la donna si trasformi in una specie di Attila che distrugge ogni cosa al suo passaggio. Ovviamente è falsa e sono anche false le credenze legate al fatto che non si possano maneggiare cibi.

Al di là di una prima risata però invita a riflettere su come vi sia una forte associazione tra ciclo mestruale e mancanza di purezza. Questo è un nesso abbastanza diffuso nelle diverse culture. Ad esempio, la tradizione induista obbligherebbe la donna all’isolamento sociale durante le mestruazioni. In alcune comunità rurali del Nepal infatti si pratica ancora la Chaupadi nonostante sia fuorilegge. Tale pratica considera la donna nel periodo delle mestruazioni impura e pertanto vengono costrette a rimanere per giorni al freddo capanne isolate, mangiando solo riso e pane. Il ciclo mestruale non solo non è sporco ma è l’essenza stessa della vita e questa è una cosa che spesso, a causa dei condizionamenti culturali. dimentichiamo

Immagine: tratta dal web

#mestruazioni #ciclomestruale #falsimiti #donne #sangue

© 2018 CuoreSesso - Privacy Policy - Cookie Policy

 CUORESESSO è un marchio resgistrato

  • Instagram Icona sociale
  • Facebook Icona sociale